Lean manufacturing

Tags:
Argomento: Operations

La filosofia Lean: introduzione

La filosofia di base del lean manufacturing è quella di eliminare le inefficienze dai processi utilizzati dall’azienda per fornire un prodotto ai suoi clienti: l’utilizzo di risorse che non creano valore per il cliente è uno spreco che deve essere eliminato.

Questo può essere ottenuto attraverso un approccio sistematico, noto come TPS (Toyota Production System), che mira al miglioramento dei processi produttivi e manageriali dell’azienda. Il TPS, noto anche come Lean Production o Lean Manufacturing, utilizza a questo scopo un unico schema di base in tutte le aree dell’impresa: sviluppo prodotto, vendite e marketing, produzione, logistica, management. Schematizzando si può dire che tutto il sistema è fondato su una semplice domanda: che cosa, nei nostri processi, apporta valore aggiunto al prodotto? Se qualcosa, nelle nostre procedure di gestione o nei processi produttivi, non apporta alcun valore al nostro prodotto – un valore che sia riconosciuto dal cliente – allora questo è un candidato all’eliminazione. Il sistema chiaramente è iterativo e presuppone un continuo affinamento (“continuous improvement” nel gergo Lean).

Kaizen e analisi root cause

Kaizen e analisi root cause

Come dice Taiichi Ohno, il creatore del Toyota Production System (TPS) nel suo libro “Toyota Production System: Beyond Large-Scale Production”:

Tutto quello che stiamo facendo è osservare attentamente tutto le fasi che vanno dal momento in cui il cliente ci fa un ordine fino a quando riceviamo il pagamento. E, nel contempo, cercare di ridurre questo lasso di tempo eliminando tutte le fasi inutili ovvero quelle che non portano valore al cliente.

Secondo la filosofia Lean, possiamo individuare due tipologie di costi: i costi che portano valore aggiunto (value-added costs) e quelli che non portano valore aggiunto. Il primo tipo di costo è correlato a qualcosa che il cliente si aspetta dal prodotto e per la quale è disposto a pagare: la verniciatura di un prodotto per proteggerlo dalla ruggine, ad esempio.

I costi che non portano valore aggiunto sono invece quelli per i quali il cliente non paga, quale ad esempio il costo di personale o di processi inefficienti.

Il sistema TPS punta ad eliminare tutti gli scogli di inefficienza nei processi, abbreviandone la durata; come conseguenza, avendo maggior tempo a disposizione il personale delle linee di produzione può essere addestrato a controllare il proprio lavoro, o quello del proprio predecessore; l’obiettivo finale è quello di ottenere “zero defects” e rendere superflua l’ispezione finale del prodotto.

Il sistema Kanban

Il sistema Kanban

Perchè il Lean Manufacturing?

Tutto il tempo e le procedure che non portano valore aggiunto incrementano il costo del prodotto rendendolo così meno attraente per il cliente. Mano a mano che l’azienda cresce, i processi produttivi e manageriali vengono appesantiti da piccole subdole aree di inefficienza, che nel tempo, lievitano i costi di produzione ed il time-to-market dei prodotti. E questo problema non è limitato alla produzione ma coinvolge anche lo sviluppo di prodotto: si calcola che in media l’80% dei costi di prodotto sia legato proprio alla sua ingegnerizzazione.

Ishikawa

Ishikawa: ricerca ed eliminazione dei difetti

D’altra parte molte aziende ritengono che il Lean manufacturing ed il Toyota Production System sia stato pensato per le grandi aziende impegnate nella produzione di beni di massa e quindi non sia adatta alle piccole realtà industriali: in realtà è vero l’opposto, il sistema nasce proprio per la produzione di beni in piccole quantità e numerose varianti, situazione molto simile alla produzione su commessa. Si tratta inoltre di un sistema elastico e flessibile alle diverse condizioni di mercato.

In ultima analisi, la competitività è legata alla capacità di produrre prodotti on demand, di alta qualità e ad un costo paragonabile a quello che si potrebbe ottenere producendo in un paese emergente; in caso contrario, è scontato che i clienti si rivolgerebbero proprio a quei paesi emergenti. La promessa del Lean manufacturing, al prezzo di un impegno e una dedizione totale e continua, è proprio quella di assicurare all’azienda tale competitività al fluttuare delle condizioni di mercato.

Approfondirò gli strumenti del sistema Lean in alcuni prossimi articoli.

Informazioni su

Carlo Bazzo è fondatore di Epysoft, una start up tecnologica con sede a Treviso e CTO di Hdemo Network Business Solutions. Puoi seguire Carlo su Twitter, su Google+ o leggere le sue e-zine su Scoop It

Articoli Suggeriti